La storia di Luiss

La Cornice perfetta… “Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina” diceva Sant’Agostino… questa è una frase che mi ha scritto Luiss, un viaggiatore, che ho avuto il piacere di conoscere su Instagram. Parlando con lui e ascoltando la sua storia, ho avuto modo di riflettere su quante volte ci poniamo dei limiti e costruiamo barriere mentali pur di non vivere. Molte volte ho sentito persone che volevano viaggiare, ma si rifugiavano nella loro zona comfort, dentro alle solite risposte, trovando scuse invece che soluzioni pur di non fare ciò che amano.

Luiss è di Torino e lavora in un’azienda di attrezzatura per macchine, occupandosi di logistica e magazzino. Il lavoro spesso viene assocciato all’unica priorità, specialmente in Italia. Ciò che mi ha colpito della storia di Luiss, è che è riuscito ad integrare, lavoro, famiglia, il Baseball e il viaggio nella cornice perfetta della sua vita.

Luiss viaggia dal 1999 e ha continuato a coltivare questa passione per il viaggio con sua moglie moglie Rossella, conosciuta nel 2000. Proprio in quell’anno decise insieme a lei, di ampliare i suoi orizzonti. Prenotarono un viaggio in Spagna in “Costa Brava” tra le bellissime località di Lloret de Mar, Blanes, Tossa de Mar con visita a Barcellona. Dal loro amore, ne è nato un’altro, quelle delle capitali del mondo. Londra, Parigi, Berlino, Budapest, Amsterdam, Lisbona, e molte altre in Europa… toccando anche il continente africano visitando Zanzibar, Capo Verde e Mauritius.

Nel 2009 dopo anni di fidanzamento, arriva il “SI” sull’altare e un viaggio di nozze stellare nella città della grande mela “New York” e tra le spiagge della polinesia.

Nel 2011 la nascita di loro figlio Nicholas. L’integrazione lavoro, famiglia e sport, non causa particolari problemi, anzi la nascita di suo figlio è un ulteriore opportunità di crescista interiore insieme a sua moglie Rossella.

Ora i passaporti non sono più due, ma tre… e attraverso il viaggio vogliono insegnare al piccolo Nicholas il valore della vita. Perché viaggiare per loro, significa aprire gli occhi verso nuovi orizzonti a 360 gradi.

Potete seguire Luiss e le sue avventure su Instagram cliccando 999buonimotiviperviaggiare

Commenti Facebook
Author